lunedì 6 agosto 2012

Back home again

Ed eccomi di nuovo a casa, dopo più di 4 mesi in Germania e 24 posts su cultura, stili di vita, politica, 4 video di città tedesche, innumerevoli spostamenti, visite ad amici, esperienze di lavoro (l'ultima delle quali un glorioso workcamp con il Service Civil International - www.sciint.org). Chiudo la mia avventura con quest'ultimo articolo e i miei più calorosi saluti a tutti coloro che hanno letto questo blog. La ragione principale per la quale ho redatto i vari articoli, lo devo ammettere, non è stata quella di iniziare dibattiti o collezionare commenti, bensì quella di tenere un diario delle mie esperienze in terra tedesca. Parenti e amici mi rimproverano sempre di tornare a casa dai miei viaggi senza alcuna testimonianza (sono un fotografo scadente e la memoria spesso non mi aiuta quando c'è da raccontare le mete visitate: "ah, sì, allora, ero in Belgio, no forse Olanda, boh?"), quindi questo diario ha lo scopo di tenere vivi i ricordi di ciò che ho vissuto. A distanza di quasi mezzo anno dalla sua inaugurazione, nessuno ha lasciato finora un commento ai miei articoli, e di questo ne sono lieto: sono infatti giunto alla conclusione che internet vada interpretato più come uno strumento di informazione che come mezzo di comunicazione interpersonale (mi riferisco alla comunicazione tramite chat e commenti). Azzardo qui di seguito alcune ipotesi che spiegano perchè nessuno abbia commentato i miei articoli:
- Google blogger non facilita l'invio di commenti: appare l'apposita finestra  solo se vengono selezionati articoli singoli (e a quanto pare ciò accade perchè ho aggiunto delle specifiche linee di comando). Nella visualizzazione normale (articoli visualizzati nella stessa pagina, uno sotto l'altro), compare solo la dicitura "nessun commento" che andrebbe cliccata per introdurre un commento (il che è a dir la verità piuttosto astruso). Immagino che non tutti abbiano la pazienza o il tempo di familiarizzarsi con tale procedura, e desistano quindi dall'idea di commentare i post.
- Gli articoli, specie quelli sulla cultura e lo stile di vita tedeschi, non lasciano molto spazio a polemiche, rafforzamento di pregiudizi e consolidamento di luoghi comuni. Sono infatti tutti piuttosto noiosi, tecnici e a volte tediosamente lunghi. Ho notato che i blog degli italiani in Germania più commentati sono quelli che contengono giudizi spesso categorici sui teutonici (più che altro si tratta di proiezioni psicologiche del malessere degli italiani all'estero: si sta male e si attribuisce la causa del disagio agli altri -  tutto ciò è comprensibile e giustificabile,  ma anche completamente  inutile se l'intento è quello di comprendere in maniera sistematica la cultura ospitante). 
- Nel mio blog non ci sono foto di donne nude e non critico Mario Monti.
- Non mi lamento più di tanto (e questo non alimenta la conversazione. Provate a rispondere "benissimo!" alla domanda giornaliera "come va?" per uccidere qualsiasi forma di comunicazione)

E questo è tutto! Per ora chiudo questo blog (probabilmente aggiungerò articoli di aggiornamento circa le procedure burocratiche, se scoprirò qualcosa di nuovo o interessante) e vi terrò informati in caso di un nuovo ritorno in terra tedesca. Non mi resta quindi che accomiatarmi e augurarvi buone vacanze. Aufwiedersehen!

*** post scriptum, ottobre 2013 ***
A più di anno dalla pubblicazione di questo articolo è per me sorpendente registrare l'elevato numero di lettori e commenti a questo blog (migliaia di lettori e centinaia di commenti). Rileggendo questo post, devo ammettere che non me lo sarei mai aspettato!

2 commenti:

  1. ...così non potrai più dire di non aver ricevuto commenti... :)
    complimenti per il tuo blog!

    RispondiElimina

Inserisci un commento