sabato 28 aprile 2012

Passi burocratici per lavorare in Germania



 INFORMAZIONE (Nov.2014)
Ho lasciato la Germania due anni fa, quindi non sono più in grado di rispondere al sempre più crescente numero di domande pervenute. I lettori sono comunque invitati ad usare il blog come piattaforma per scambiarsi informazioni aggiornate.   
     *** Attenzione ***
Questa è una versione dell'articolo aggiornata al maggio 2013. La versione originale presentava infatti alcune inesattezze, delle quali mi sono accorto dopo aver ricevuto alcune domande dai lettori, che ringrazio per il loro interesse all'argomento. Danke!


Sebbene il tema venga già trattato in diversi forum presenti sulla rete, anche io voglio offrire agli internauti il mio contributo su una questione piuttosto rilevante per chi si reca in Germania per lavoro: la documentazione necessaria per essere regolarmente assunti e per poter lavorare nella Bundesrepublik. Credo che questo post possa essere interessante perchè, da quello che ho potuto notare dopo una rapida ricerca, non si trovano molti casi simili al mio. Le informazioni che mi accingo a illustrarvi qui di seguito potranno quindi integrare la discussione in merito.  
Iniziamo con la mia situazione professionale: sono assunto per un periodo di tre mesi presso una organizzazione no profit tedesca. Il rapporto lavorativo si interromperà allo scadere del terzo mese di lavoro, senza estensione. Ecco i passi necessari per mettermi in regola:
  1. Chiamiamolo “punto numero zero” perchè si tratta del prerequisito per ottenere il lavoro: invio il mio CV, segue un Telephongespraech (contatto telefonico con il datore di lavoro), offerta di lavoro, accettazione da parte mia, partenza, arrivo, primo contatto, firma del contratto. Assunto!
  2. Anmeldung: mi reco al BürgerService più vicino (sorta di circoscrizione) e mi “anmeldo” (bello questo slang italiesco ormai diffuso tra gli italiani in Germania!) ossia rendo noto il mio nuovo domicilio. Attenzione: poiché non intendo al momento rimanere nel suolo tedesco per un periodo più lungo di quello lavorativo, evito di recarmi all'A.I.R.E. (Anagrafe degli Italiani Residenti all'Estero) per chiedere il cambio della residenza. La mia residenza rimane in Italia, il mio domicilio è ora però in Germania. All'ufficio porto con me una dichiarazione che attesta che ho preso in affitto un appartamento, firmata dal proprietario (nel mio caso si tratta della stessa organizzazione per cui lavoro). Ecco fatto: mi rilasciano un “Bestätigung”(conferma) che mi servirà per i passi successivi. Prima di tornare in Italia dovrò “abmeldarmi”, ossia dichiarare che lascerò il mio domicilio tedesco. 1b) Sempre nello stesso ufficio ne approfitto per chiedere il cosiddetto “Erweitertes Führungszeugnis” (in Italia dovrebbe chiamarsi Casellario Giudiziario, ma non ci metto la mano sul fuoco). Poiché lavorerò con minori, si vuole essere sicuri di non assumere “Jack lo Squartatore”, ma una persona senza precedenti penali, ed è quello che il certificato deve dimostrare. Pago 13 euro e inoltro la richiesta. Dopo qualche giorno ricevo il certificato per posta e ne faccio una copia per il mio datore di lavoro.
  3. Last but not least, al BürgerService mi forniscono anche il Steueridintetifikationsmerkmal (VBM) composto da 20 cifre. VBM sta per  vorläufige Bearbeitungsmerkmal, che indica che si tratta di un codice fiscale "temporaneo".  
  4. A pochi passi dall'ufficio si trova una Sparkasse, mi ci fiondo per aprire il mio Konto, sul quale verrà accreditato il mio stipendio. La prassi è semplice, date un'occhiata al relativo post.
  5. Steueridentifikationsnummer:  il mio datore di lavoro, persona estremamente gentile e disponibile, mi accompagna fortunatamente in tutto il percorso burocratico e in un'ora scarsa riusciamo a sbrigare tutta la faccenda. Senza di lui ammetto che non sarei stato così celere! Prima di tutto, ci dirigiamo insieme al Finanzamt per richiedere il codice fiscale (ricordo che il BürgerService ne rilascia uno, ma è temporaneo!). Presento l'Anmeldung e il codice ricevuto presso il BürgerService, compilo un modulo e il gioco è fatto. Curiosità: mi si chiede a che religione appartengo (dichiaro “cattolico”, anche se non sono praticante). Dopo essersi assicurati circa il mio status (single e senza figli), mi si attribuisce un codice di appartenenza alla categoria fiscale (rientro nella fascia “1"). 
  6. Assicurazione sanitaria e previdenza sociale: da quello che ho letto online, in Germania, così come in quasi tutti i paesi,  l'iscrizione ad una Krankenkasse (assicurazione sanitaria) risulta obbligatoria. Il mio datore di lavoro mi accompagna presso la  Knappschaft (una Krankenkasse il cui ufficio è presente in città), dove un simpatico impiegato sbriga la nostra pratica. Gli spieghiamo le nostre esigenze (gli mostro anche la mia tessera sanitaria regionale, specificando che sono consapevole che si tratta di un documento che mi permette solo di usufruire di assistenza sanitaria presso gli ospedali in casi d'emergenza). Lo percepisco lievemente incerto, soprattutto quando mi chiede coma funziona il nostro sistema sanitario e previdenziale, sfoglia un po' qua e un po' là e poi non vede niente di sbagliato nell'iscrivermi alla Knappschaft Krankenkasse. Modulo in quattro e quattr'otto compilato, stretta di mano e missione compiuta. Dopo qualche giorno, ricevo per posta una tessera che mi permette di ricevere assistenza sanitaria durante il periodo lavorativo (tre mesi). Così come da noi, una parte dei costi della Krankenkasse verranno pagati dal datore di lavoro, una parte dal dipendente. Ciò non accade invece nel caso dei famosi Minijobs (sorta di impieghi part-time pagati non più di 400 euro al mese: le spese sono unicamente a carico del lavoratore). In più ricevo sempre per posta il mio Versicherungsnummer, il mio codice di riferimento per i contributi pensionistici che verserò in Germania. Dalla mia busta paga verranno quindi detratti il KV-Beitrag (contributo assistenza sanitaria) il RV-Beitrag (contributi pensionistici), oltre ad altre decurtazioni che variano a seconda del rapporto di lavoro.
  7. Ulteriori informazioni: noi cittadini EU non abbiamo bisogno di permesso di soggiorno in Germania. Quindi nessun "Arbeitserlaubnis / Aufenthaltsgehnemigung” (non sono parolacce!)
Ho tutto: anmeldung, conto in banca, codice fiscale, assicurazione e tessera sanitaria, numero di previdenza sociale. E ora, grazie a questi documenti, riceverò il mio regolare stipendio. Più avanti intendo postare un articolo sulla prassi necessaria per “abmeldarsi” da questi servizi e su come procedere per i contributi pensionistici e la dichiarazione dei redditi, tutte cose che intendo scoprire al più presto, quindi... stay tuned!

106 commenti:

  1. Questo è il primo articolo che spiega in maniera dettagliata e veramente utile come fare appena arrivati in Germania. Grazie!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao a tutti io sono in Germania e sto lavorando da tre settimane sono andato a fare l ameldung ma non ho ricevuto nessun foglio perché dovevano portare il contratto di dove dormo cioè sopra al ristorante che è di proprietà del padre non ho ricevuto nessun foglio
      Poi non ho firmato nussun figlio inerente ad un contratto e in ultimo non ho ricevuto la carta dalla AOK
      È regolare tutto ciò ?
      Come faccio ad accertarsi se sto in regola da solo?
      Io sono stato già in Germania per due anni circa ....

      Elimina
    2. Atenzione, se non fai subito il contratto di lavoro in germania, non solo il datore di lavoro è perseguibile per legge, ma lo sei anche tu, anche se nella misura di una semplice multa che non sò a quanto ammonta.

      Elimina
    3. Primo passo Anmeldung in cui è necessario dichiarare dove vivi o con il contratto d'affitto o con una dichiarazione scritta e firmata da chi ti ospita o chi ti ospita ti accompagna e firma direttamente davanti l'impiegato (esci con il foglio dell'anmeldung in mano) dopo alcuni giorni ricevi all'indirizzo di casa il numero delle tasse e poi ti rechi con il contratto in mano in un ufficio Aok o da chi vuoi tu per fare l'assicurazione sanitaria.
      Dopo una settimana ricevi la tessera sanitaria tedesca direttamente a casa.

      Fatto!

      Elimina
  2. Risposte
    1. ciao sono Aida.
      Anche io lavoro in Germania, a Berlino da qualche mese. Come te, ho portato a termine tutti gli step burocratici. Fra tre mesi il mio contratto lavorativo scadrá, sai per caso come annullare làssicurazione sanitaria? Grazie mille!

      Elimina
    2. Ciao, quando dici che hai portato a termine tutti gli step burocratici, intendi prima o dopo di aver inziato a lavorare? Anch'io dovrei iniziare a lavorare in Germania tra 3 settimane, ma non ho ancora effettuato nessuno di questi passaggi. Mi chiedo se penseranno a ogni cosa l'azienda che mi ha assunto, o se sono cose che posso sbrigare anche successivamente.

      Elimina
    3. @Aida: nel mio caso l'assicurazione sanitaria si è interrotta automaticamente al momento della scadenza del mio contratto, ho solo restituito la carta via posta.
      @ anonimo: parte dei passaggi li ho effettuati una volta iniziato il lavoro, mi ha aiutato il mio datore di lavoro perchè anche io avevo dei dubbi e non sapevo come muovermi. Auguri.

      Elimina
    4. A me al Burgeramt non hanno rilasciato nessun codice fiscale provvisorio…mi hanno detto di aspettare, almeno 2 settimane, che mi arrivi per posta

      Elimina
    5. ciao Laura,
      grazie per la tua precisazione. Il mio post risale al 2012 e sapevo che a breve il Burgeramt non avrebbe più rilasciato il codice fiscale provvisorio. Al più presto mi informerò in merito e aggiornerò l'articolo.

      Elimina
    6. Ciao volevo sapere se con disoccupazione italiana convertita in quella tedesca, se posso fittarmi un appartamento. Se nel caso sia possibile affittare casa, poi lo stato ti aiuta lo stesso se non trovi lavoro?poi volevo sapere se avendo solo un appoggio e senza registrazione posso cmq cercare lavoro e poi dopo fare i documenti?

      Elimina
    7. Ciao a tutti io sono in Germania e sto lavorando da tre settimane sono andato a fare l ameldung ma non ho ricevuto nessun foglio perché dovevano portare il contratto di dove dormo cioè sopra al ristorante che è di proprietà del padre non ho ricevuto nessun foglio
      Poi non ho firmato nussun figlio inerente ad un contratto e in ultimo non ho ricevuto la carta dalla AOK
      È regolare tutto ciò ?
      Come faccio ad accertarsi se sto in regola da solo?
      Io sono stato già in Germania per due anni circa ....

      Elimina
  3. Grazie Doctor!
    Dopo più di 3 ore passate a leggere blog per capire i passaggi burocratici da compiere, finalmente mi sono imbattuto nel tuo!
    Io sono un Ingegnere Edile / Architetto. Ho lavorato per 6 mesi in Italia ma ora mi trovo a Monaco per migliorare il mio Tedesco e, perché no, anche un lavoro.
    Ho fatto un corso al Goethe e ora il mio livello è A2.2.
    Mentre cerco uno studio per lavorare qui, vorrei però guadagnare qualche soldino. Credo però che fare tutti questi passi senza neanche un "appoggio tedesco" sia per me un po' difficile.
    Mi sta balenando nella la testa di fare un mini-job (anche se 400 € al mese sono proprio pochi)..cosa ne pensi?
    Premetto che non ho fatto ancora proprio nulla a livello burocratico e l'unico motivo per il quale vivrei qui è quello di aver trovato un posto di lavoro in qualche studio di architettura.
    Grazie in anticipo per la tua risposta!

    RispondiElimina
  4. Ciao Luca,

    anche io ho cercato un mini-job in Germania, visto che lavoravo tra le 20 e le 25 ore settimanali e avevo in teoria il tempo per una seconda occupazione. Dal punto di vista burocratico sono molto pratici, visto che non c'è bisogno di tutte le procedure descritte nel mio articolo. Alla fine ho desistito perchè ho preferito impiegare il mio tempo libero in viaggi e relax, però avevo ricevuto una mezza proposta per lavorare in parco divertimenti della Lego. Non si tratta di lavori entusiasmanti, ma allo stesso tempo non è necessario possedere molti requisiti. Il momento peggiore per cercare mini-job è durante le vacanze universitarie (quando i giovani tedeschi invadono il mercato), quindi questo potrebbe essere un buon periodo. Ti consiglio di rivolgerti ad un job center, anche se onestamente non ho mai fatto questa esperienza. Per migliorare il tedesco, ti consiglio inoltre di trovare un "Tendemsprachpartner", ossia una persona interessata all'apprendimento della lingua italiana, con la quale puoi imparare il tedesco. In Germania ci sono molti siti "tandem" e sicuramente anche a Monaco. Non avrai molte difficoltà a trovare una ragazza tedesca interessata a migliorare il suo italiano (luoghi comuni a parte). Auguri per tutto und viel Glueck!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vielen Dank Doctor!
      Se vuoi farti un giro a Monaco fatti sentire che se ho la possibilità e riesco a sistemarmi ti ospito più che volentieri!
      thelky31@hotmail.com

      Elimina
  5. Grazie L!
    A Monaco ci sono stato solo una volta dieci anni fa, ma la conosco bene perchè sono un fan di Derrick (come diceva mio nonno: "Non sono mai stato in America, ma conosco benissimo San Francisco grazie alla serie 'Le Strade di San Francisco'!"). Se ci passo ti faccio un fischio e ci beviamo una Piscenberg insieme ad Harry (check it out: http://www.youtube.com/watch?v=FHtq61-g3gc)

    RispondiElimina
  6. Ciao Doctor,

    io andrò a lavorare in Germania (vicino Norimberga) ad Aprile.
    Mi sto quindi preparando ad affrontare tutti i problemi burocratici, considerando anche il mio scarsissimo tedesco.
    Ho trovato utilissimo il tuo articolo, il migliore fin'ora.

    Sapresti anche suggerire un operatore telefonico con tariffe conveniente per parlare con l'Italia ? E poi, per avere una connessione ad Internet dal PC cosa consigli?

    Grazie mille ancora.
    MAT

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve , cerca su google ortel mobile ..
      Tanti auguri ..
      Daniele

      Elimina
  7. Ciao MAT,
    grazie per l'apprezzamento. Durante la mia ultima esperienza, non avendo connessione WIFI disponibile a casa, ho acquistato una chiavetta Vodafone che ricaricavo con la mia carta di credito. Non era il massimo della convenienza, come puoi vedere tu stesso da queste tariffe:
    15 Minuti (max. 1 GB) 0,49 Euro
    24 ore (max. 1 GB) 3,95 Euro
    7 giorni (max. 1 GB) 12,95 Euro
    30 giorni (max. 3 GB) 39,95 Euro
    Io preferivo 30 giorni, anche se spesso scaricavo più di 3 giga prima di un mese! Però chiamavo a casa con skype. La chiavetta costa circa 30 euro e ti offre ogni giorno 5 minuti gratis! Che generosità!
    Avevo anche aquistato una SIM tedesca Vodafone, ma la usavo solo per chiamate nazionali.

    RispondiElimina
  8. Buongiorno
    vivo in Germania da sei mesi (20 km da Frankfurt) e dopo 6 mesi di studio durissimo della lingua (davvero allucinante) sto cominciando da pochi giorni a cercare annunci di lavoro e inviare qualche candidatura. Oggi ho il mio primo colloquio!! Volevo chiederti, per quanto riguarda die Steueridintetifikationsnummer, ti viene rilasciato subito oppure è necessario aspettare molto tempo come accade per quasi tutto in italia? Io ho già l'anmeldung e il conto bancario. La mia preoccupazione per andare al sodo è: nel caso dovessero scegliermi per qualche lavoro, ho il tempo per fare tutto oppure bisogna che io abbia già tutto pronto? Grazie mille ... ich wuensche dir einen schoenen Tag :-) Emilia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Emilia,

      anzitutto un grosso in bocca al lupo per la tua ricerca di lavoro in Germania. Approfitto della tua domanda per aggiornare il mio articolo, perchè ho scoperto che presenta alcune piccole inesattezze.
      Per rispondere alla tua domanda: se vieni assunta con un contratto e il tuo non è un mini-job (per il quale la procedura burocratica è più snella) ti verrà richiesto il codice fiscale tedesco (Steueridentifikationsnummer) e il Versicherungsnummer (assicurazione sanitaria). Il primo lo ottieni presso il Finanzamt, (non ho atteso molto, sono stato ricevuto dopo 5 minuti) il secondo lo ricevi dopo esserti iscritta ad una cassa di previdenza sociale a tua scelta (per pagare la quota l'equivalente al nostro INPS allo stato tedesco). Dopo essermi iscritto alla mia "Krankenkasse", ho ricevuto per posta il Versicherungsnummer e la mia bella tessera sanitaria (che permette di usufruire dell'assistenza sanitaria gratuita in Germania per la durata del tuo contratto di lavoro). Questi dati servono anche al tuo datore di lavoro, quindi se sono disponibili potrebbero aiutarti ad indirizzarti meglio.
      L'inesattezza del mio articolo (che mi accingo ora a modificare) consiste nel fatto che il codice fiscale (Steueridentifikationsnummer) non viene consegnato dal Buergeramt, ma dal Finanzamt. Quello che ho ricevuto al Beurgeramt era un codice fiscale "provvisorio" (VBM = vorläufige Bearbeitungsmerkmal, composto di 20 cifre).

      Elimina
    2. ERRATA CORRIGE: "il secondo lo ricevi dopo esserti iscritta ad una cassa di previdenza sociale a tua scelta (per pagare la quota equivalente al nostro INPS allo stato tedesco)". Qua ho sbagliato, alla Krankenkasse ci si registra per l'assicurazione sanitaria, che non è l'equivalente dell'INPS. Come ho corretto nell'articolo, è il Versicherungsnummer che si riferisce alla previdenza sociale (pensione). Questo l'ho ricevuto per posta dopo tutte le pratiche burocratiche descritte.

      Elimina
    3. Ciao Doctor! Io faró uno stage di 10 settimane in Germania, e volevo farti un paio di domande a riguardo. Il mio datore di lavore mi ha chiesto lo Steueridentifikationsnummer e il Sozialversicherungsausweis. Poiché ho già vissuto in Germania per due anni, mi era giá stato attribuito un numero, che peró é stato disattivato non appena ho fatto l'Abmeldung e sono ritornata in Italia. Mi hanno detto che dovrebbe riattivarsi e rimanere lo stesso numero se mi anmeldo in Germania nel luogo dove lavoreró. Puoi confermare? Inoltre, per quanto riguarda il Sozialversicherungsausweis e la Krankenkasse, è necessario che mi tolga dall'assistenza sanitaria in Italia per procedere ad avere quella tedesca? In media, quanto tempo dura questo procedimento? Grazie mille in anticipo!

      Elimina
  9. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  10. SALVE,IL MIO RAGAZZO LAVORA A REGENSBURG E AD APRILE DOVREI TRASFERIRMI ANCH'IO. SE RIESCO A TROVARE UN LAVORO INERENTE LA MIA LAUREA DI CHE DOCUMENTI HO BISOGNO? O MEGLIO, DEVO FARMI FARE QUALCHE CERTIFICTO INTERNAZIONALE DALLA MIA UNIVERSITà?

    RispondiElimina
  11. Poichè dubito che le università italiane rilascino documenti in lingua tedesca, ti consiglierei di far tradurre il certificato di laurea (con gli esami sostenuti) in tedesco. Io l'ho fatto tradurre da una scuola di lingue, con tanto di dichiarazione del traduttore; è possibile anche scegliere una traduzione giurata, anche se il costo è a volte elevato. I documenti richiesti variano a seconda del settore lavorativo, a me li hanno richiesti dopo aver firmato il contratto. Auguri.

    RispondiElimina
  12. Ciao!
    Dopo aver fatto un tirocinio all'università di Amburgo sono riuscita a trovare un minijob, il mio "futuro" datore di lavoro mi ha detto che ho bisogno dell'iscrizione ad una Krankenkasse ma io sapevo che non era necessario. Hai qualche informazione al riguardo?
    Grazie! :)

    RispondiElimina
  13. Ciao,anche io sapevo che per minijobs con salari inferiori ai 400 euro mensili l'iscrizione ad una krankenkasse non è obbligatoria (anche perchè pagandola la somma realmente percepita si riduce ulteriormente). Però non ti posso dare la certezza assoluta...ti consiglio di chiedere in un job center o anche presso una krankenkasse. In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  14. Ciao Doctor,
    mi chiamo Carlo, 25 anni. Dal 2 di maggio lavorero´in una farmacia a Monaco.
    Mi richiedono:
    - Bescheinigung über den Lohnsteuerabzug 2013 COSA DEVO FARE??AIUTO! devo semplicemente rivolgermi al Finanzamt?
    - Kopie des Sozialversicherung
    - Mitgliedsbescheinigung ihrer Krankenkasse.
    Queste ultime due le ottengo nella stessa sede dove scelgo la krankenkasse? Secondariamente sono coso che posso fare ora online senza passare per uffici? Ho trovato questo sito http://www.krankenkassen.de/krankenkassen-vergleich/tarife-und-beitraege/#resultView0
    Ti ringrazio del tuo aiuto.
    Cordialmente
    Carlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Carlo, sono un farmacista come te e sto valutando la possibilità di espatriare...vorrei chiederti un po' di cose ma non vorrei intasare un blog altrui...una sola domanda al volo: il tuo livello di tedesco?

      Grazie

      Raffaele

      Elimina
  15. Ciao Carlo,
    spulciando tra le varie carte, ho scoperto che anche a me era stato richiesto, prima di iniziare il lavoro, un Bescheinigung ueber Lohnsteuerabzug. Che non presentai, ed infatti fui contattato dal mio datore di lavoro, ed insieme andammo al Finanzamt. Poichè è passato un po' di tempo, ti consiglio di leggere l'articolo su questo link (in tedesco) con precise istruzioni: http://www.helpster.de/lohnsteuerabzugsbescheinigung-so-wird-das-formular-ausgefuellt_86876#zur-anleitung
    Per quanto riguarda la Krankenkasse, ti consiglio di andare direttamente nei loro uffici. La mia esperienza è stata molto positiva, in Germania gli utenti vengono veramente assistiti e non umiliati come da noi! Auguroni

    RispondiElimina
  16. ciao sono un O.S.S. e vorrei lavorare a Monaco. Non conosco il tedesco quindi inizierò a studiarlo qui in Italia per avere un minimo di base. Devo farmi tradurre i vari attestati? Mi accettano anche se ho 45 anni ed ho solo il biennio superiore? Lavoro in ospedale da 10 anni. Grazie!

    RispondiElimina
  17. Ciao, purtroppo l'assistenza sanitaria non è il mio settore di competenza quindi non ti posso dare delle informazioni dettagliate in merito. In linea generale, per lavorare in Germania come "Krankenpfleger" (infermiere) occorre un'autorizzazione statale (Erlaubnis). Se hai dei certificati che attestano un percorso formativo nel settore sanitario, questi possono essere riconosciuti anche in Germania, per mezzo di una procedura specifica.
    Maggiori informazioni sul riconoscimento dei titoli professionali le puoi trovare in questo sito ministeriale: http://www.anerkennung-in-deutschland.de/html/de/gesundheits_krankenpfleger.php
    Purtroppo il sito è in lingua tedesca, ti consiglierei quindi di fartelo tradurre. In bocca al lupo.

    RispondiElimina
  18. ciao, complimenti per il posto molto esaustivo, anche se da come scrivi il tutto sembra molto più semplice di come è in realtà :-)
    Da quel che ho capito, per i minijob non è necessaria un assicurazione sanitaria tedesca? ho avuto un mini colloquio per un minojob e mi è stata chiesta come requisito fondamentale.
    Sai darmi qualche informazione in più?
    grazie in anticipo
    :-)

    RispondiElimina
  19. Ciao e grazie per il tuo commento, che mi ha permesso di rivedere alcuni dettagli del mio articolo. Dopo una ricerca più approfondita su internet, ho potuto verificare che è necessario essere assicurati anche per i minijobs. La differenza è che il datore di lavoro non vi contribuisce, quindi il vantaggio è più per l'Arbeitgeber (datore di lavore) che per l'Arbeitnehmer. Invito comunque i lettori ad approfondire la conoscenza di questo aspetto informandosi meglio presso i centri per il lavoro in Germania, perchè purtroppo non ho esperienza diretta con i minijobs e le mie indicazioni in merito sono solo parziali.

    RispondiElimina
  20. Sto a Monaco da poco. Mi vorrebbero assumere per lavorare in una biergarten. Per poter lavorare però bisogna essere domiciliati. Io al momento sto nell'appartamento di una conoscente che appartiene al comune, e lì non mi permettono registrarmi. Per il momento non trovo nessuno che mi possa aiutare. Non c'è nessuna alternativa?

    RispondiElimina
  21. Se ho capito bene, il padrone di casa non vuole / può rilasciarti il cosiddetto "Wohnraumbestätigung", ossia la conferma che tu stai abitando in un certo appartamento / domicilio. A dir la verità, quando sono andato all'ufficio, l'impiegata il mio non lo ha neanche guardato (lo avevo chiesto al proprietario del mio appartamento credendo che fosse obbligatorio). Però non so se tutti gli impiegati sono così alla mano come qualla che ho trovato io, quindi non garantisco! Forse l'unica soluzione per il tuo caso è spiegare al Burgerservice che non hai un domicilio fisso ma che risiedi al momento in un ostello o B&B, magari ti rilasciano un Anmeldungbestätigung" temporaneo. In ogni caso in bocca al lupo, se riesi a risolvere il problema ti invito a condividere la procedura in questo blog, credo sia un problema che possa capitare a molti.

    RispondiElimina
  22. Ciao Doctor,

    Mi ritrovo una Laurea in Lingue & Letterature Straniere-ramo orientale ed un master in Tourism Management(ma di tedesco non so nulla!).
    Sono arrivata in Germania da un mesetto e ho trovato lavoro in un ristorante ma sinceramenete la cosa non mi soddisfa. Vorrei provare a cercare lavoro in qualche ufficio o scuola, hai consigli??

    Ti ringrazio in anticipo.
    Saluti, Roby.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Roby,
      l'economia tedesca è una delle uniche ad ingranare in Europa; il surplus che si genera, grazie alla bassa evasione fiscale e ad una gestione onesta e lungimirante del pubblico, produce occupazione anche nel settore dei servizi (educazione, sanità). Purtroppo per questi posti occorre spesso una buona conoscenza della lingua. Ti posso dare un consiglio basato sulla mia esperienza personale:durante la mia prima esperienza a lungo termine in Germania, ho imparato il tedesco lavorando come volontario in una casa famiglia per persone con disabilità. Non è stato facile, ma è stata un'esperienza sicuramente utile. Ho trovato la richiesta in questo sito: www.idealist.org. Ospita molte offerte nel campo del sociale e del volontariato (pagate e non). Io ricevevo 400 euro al mese più vitto, alloggio e altri benefit. In Germania esistono molte organizzazioni non governative dove la lingua di lavoro è l'inglese, spesso cercano tirocinanti. Per quanto riguarda altri settori dove la lingua tedesca non è assolutamente indispensabile, mi ricordo di un'offerta di lavoro di un'azione di videogiochi (forsela nintendo?) che cercava per francoforte dei collaudatori (praticamente ti pagano per giocare a supermario). Prova a fare una ricerca su internet in questo campo, magari si trova qualcosa di interessente. Auguri.

      Elimina
  23. una domanda, non devo presentare nessun documento italiano per fare il Erweitertes Führungszeugnis?? grazie in anticipo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io mi ricordo di aver dato solo i miei dati al burgerservice (carta d'identità), poi mi è arrivato per posta.

      Elimina
  24. Ciao vorrei chiederti una cosa: io qui in Italia ho un negozio intestato! Con mio marito abbiamo intenzione di trasferirci in Germania,a Stoccarda. Voglio sapere se posso farmi il domicilio tranquillamente x un eventuale lavoro in Germania e lasciare la residenza qua in Italia oppure visto k ho intestato il negozio nn mi assumeranno....grazie ciao

    RispondiElimina
  25. Ciao, purtroppo non so darti una risposta affidabile a questa domanda in quanto non ho sufficienti competenze legali. Suppongo che sia fattibile, però ti consiglio di informarti per quanto riguarda il pagamento delle tasse (in caso di doppia tassazione per chi lavora all'estero ma ha residenza ancora in Italia: al più presto inserirò un post in merito)

    RispondiElimina
  26. ho mio figlio in germania a dusserdof lavora come cuoco ma non gli hanno fatto il contratto perche ha bisogno di essere Anmeldung: chi lo deve fare ? grazie aspetto vostra risposta e come bisogna muoversi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buon giorno,
      se suo figlio ha un domicilio in Germania dovrebbe rivolgersi al Burger Service per registrarsi ed ottenere l'Anmeldung come descritto al punto 1 dell'articolo. Nel mio caso, dopo l'Anmeldung il mio datore di lavoro mi ha dato una lista con i passaggi e i documenti che avrei dovuto fare successivamente.

      Elimina
  27. Gute Morgen!

    innanzitutto complimenti per l'articolo, scritto molto bene e in maniera chiara e dettagliata. Dato che sono in procinto di trasferirmi a Muenchen, volevo sapere due cose:

    1. per forza il primo documento da fare è l'Anmeldung? Senza quello non è possibile avere lo Steueridentifikationnummer?
    2. quale compagnia telefonica mi consiglieresti? ne vorrei una che mi permettesse quantomeno di navigare con lo spartphone, visto che ormai faccio tutto con Whatsapp, social network, skype, ect.

    Danke schoen!!

    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Marco,

      ti ringrazio per l'apprezzamento!
      1. ho dato un'occhiata ai miei documenti tedeschi del periodo in cui ho lavorato in Germania e in tutti (Identifikationsnummer, Sozialversicherungsausweis...) compare sempre il mio indirizzo di domicilio tedesco, quindi reputo che l'Anmeldung sia il primo passo necessario per ottenere tutti gli altri documenti.
      2. Io ho optato per la Vodafone però era la primavera 2012 e solo per il mio cell più chiavetta per internet e ora credo che il mercato delle offerte si sia sviluppato ulteriormente. Comunque non ero molto soddisfatto delle tariffe...
      Viel Glueck in Muenchen!

      Elimina
  28. Salve Doctor Egg, ti scrivo per sapre maggior info su possobilita di lavoro in Germania.Lavoro come responsabille tecnico di una società d'informatica,vorrei trsferirmi per i primi mesi del 2014. Ma vedendo qualche sera fa un programma in tv mi parlavano dei minijob come gironi danteschi. Chiedo maaggiori info a te che stai sul posto. Ti iringrazio Tiziano

    RispondiElimina
  29. Ciao! Purtroppo o per fortuna (dipende dai punti vista) sono tornato in Italia quindi ho perso un po' il contatto con la Germania. Comunque mi tengo sempre aggiornato, e questa è la mia risposta, basata sulla mia esperienza personale. La mia impressione è che i minijob non siano stati creati per andare incontro alla forte domanda di lavoro di immigrati in Germania o lavoratori dai paesi EU del sud Europa (vedi post del 9 giugno 2012, "Arbeitsmarktreform"). Le persone che ho conosciuto in Germania che svolgevano i minijob erano studenti universitari (durante le vacanze o le pause universitarie) o mogli di professionisti (il marito aveva un buon lavoro e un buon stipendio e le mogli non volevano stare a casa perchè si annoiavano). Un laureato tedesco non ha bisogno di un minijob, in quanto può ambire a posti più qualificati e remunerati. Nel Meridione un'offerta per un part time a 400 ore mensili riceverebbe centinaia di CV (recente esperienza personale), non credo accada lo stesso in Germania. Ritengo che un minijob sia un'esperienza utile per chi è giovane, intenda integrarsi nel paese e avere un po' di tempo per guardarsi intorno, gauadagnando una somma che permetta di sopravvivere nel frattempo. Spero di esserti stato utile.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. errata corrige: 400 euro mensili, non 400 ore mensili!

      Elimina
  30. Ciao a tutti,e ovviamente al padrone di casa.il 15 devo andare a Bonn per sostenere un colloquio ma mi hanno chiesto un certificato di lavoro.
    "
    Am 14.11. habe ich keine Möglichkeit für ein Gespräch in Siegburg. Kommen Sie am 15.11. um 11 Uhr und bringen Sie bitte einen Vermittlungsgutschein von der Arbeitsagentur oder dem Jobcenter mit."
    Cioè??

    Faccio presente che in Italia sto lavorando,il mio contratto scade a gennaio.Ma non avrei problemi a trasferirmi subito in caso di esito positivo al colloquio.
    Ma come faccio a portare documenti se ancora non sono residente li?

    RispondiElimina
  31. Ciao Pako, ammetto che non ho esperienza diretta con il Vermittlungsgutschein. Poichè mi sono accorto che molti leggono anche i commenti, mi perdonerai questa parentesi didattica: con il Vermittlungsgutschein, o VGS, si ottiene consulenza e supporto nella ricerca di lavoro da parte di agenzie interinali. Un disoccupato può farne richiesta all'Agenzia del Lavoro tedesca, e una volta ottenuto, i costi del servizio vengono coperti dal "buono" (gutschein). Altrimenti, bisogna pagare di tasca propria. Per intenderci, grazie al gutschein pagato dallo Stato, un'agenzia si becca 2000 euro se il piazzamento ha successo. E ora torniamo al tuo caso. Domanda: ti sei rivolto ad una agenzia interinale? o si tratta di un "Vorstellungsgespraech" (job interview)? Forse non hanno capito bene la tua situazione, visto che per avere diritto al VGS è necessario essere disoccupati da qualche tempo. Purtroppo non so darti un aiuto concreto, se non questo "hinweise" che ho trovato spulciando su internet:
    "Es kann sogar vorkommen, dass bereits bei der Stellenanzeige der Vermittlungsgutschein verlangt wird. Wenn Sie die Voraussetzungen für einen VGS nicht erfüllen und keinen Gutschein erhalten, sind Sie dort als Bewerber nicht erwünscht. Das heißt, Sie brauchen sich überhaupt nicht bewerben. Hier geht es dem Arbeitsvermittler in erster Linie darum, den Vermittlungsgutschein zu erhalten. Vorsicht bei derartigen Stellenanzeigen!" (tratto da: http://www.arbeitsratgeber.com/vermittlungsgutschein-arbeitsamt-0306.html)

    RispondiElimina
  32. Ciao doctor Egg,
    complimentissimi per il blog!

    Sono un futuro Expat, per l'esattezza andrò a Berlino a dicembre p.v.

    Il tuo articolo è stato veramente utile, perché sto raccogliendo le idee su quello che dovrò fare appena arriverò a Berlino.

    Ho un grandissimo dubbio però.
    Il primo giorno di lavoro dovrei presentare contemporanemente:
    - Social security number
    - Health insurance company
    - Tax identification number ( è il Steuerdentifikationsnummer ?)
    - Tax class
    - Bank account
    - Copy of Income tax card
    - Social security card

    Posto che hai spiegato perfettamente tutti i passaggi per ottenere quanto sopra, ho un dubbio che mi sta veramente stressando: quanto tempo serve per avere tutto ?

    Io arriverò in città solo a fine mese, una volta che avrò preso appuntamento per l'Anmeldung quanto tempo passerà prima di ricevere per posta il codice "fiscale" e la carta di previdenza sociale?

    Devo portarli entro il primo giorno di lavoro (2 dicembre) e temo di non riuscire...

    RispondiElimina
  33. Ciao!
    Secondo me ce la dovresti fare. Dopo il tuo commento ho dato un'occhiata ai documenti tedeschi e credo di aver ricevuto lo Steueridentifikationsnummer (si, credo che sia il tax identification number) per posta dopo pochi giorni dalla mia richiesta al Finanzamt. Ho scoperto che lo puoi richiedere anche via internet:
    https://www.bzst.de/DE/Steuern_National/Steueridentifikationsnummer/ID_Eingabeformular/ID_Node.html;jsessionid=024E4B535B1A8D544D83C5E9B6A62361
    Prima però devi fare ovviamente l'Anmeldung perchè occorre un domicilio.
    Il conto in banca l'ho aperto in pochi minuti (vedi realtivo post).
    Nel mio caso occorre precisare che inizialmente non sapevo come muovermi, quindi credevo che conto, anmeldung e steueridintetifikationsnummer fossero sufficienti. Tre settimane dopo l'inizio del mio lavoro (e del mio contratto) sono stato contattato dall'associaiozne per la quale lavoravo perchè in effetti mancava ancora l'iscrizione all'assicurazione sanitaria e il Sozialversicherungsausweis. Fortunatamente il mio datore di lavoro se ne è accorto e abbiamo richiesto insieme i documenti in modo retroattivo, nel senso che siamo andati alla Krankenkasse e mi sono assicurato a partire del periodo di lavoro delle settimane precedenti! Nonostante questi ritardi, tutta la procedura è durata meno di 3 settimane, se avessi fatto tutto insieme avrei impiegato probabilmente una settimana per ottenere tutti i documenti necessari. Su internet ho trovato questo blog con un articolo simile e delle indicazione su come muoversi a Berlino la "tua" città. Forse ti potrebbe essere utile. Viel Glueck!
    http://www.moneyticketspassport.com/where-are-we-now/sozialversicherungsausweis/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille,
      sei stato davvero gentile.

      Incrociamo le dita perché a breve partirò per l'avventura !
      Se poi interessa posso scrivere cosa ho fatto e come è andata

      Elimina
  34. Si certo, la tua esperienza sarà utile per tutti quelli che leggono il blog e, nel caso, per aggiornare o integrare questo post, che è uno dei più visualizzati.

    RispondiElimina
  35. Salve Doctor Egg,

    mi sono trasferita in Germania da una settimana dopo 8 anni di soggiorno in Italia.
    Sono in possesso di una Carta di soggiorno CE illimitata ( sono extra - terrestre) :). Il mio curriculum parte dalla laurea triennale ad arrivare al dottorato di ricerca a Roma. Preciso che non conosco il tedesco ( con il mio ragazzo tedesco parlo in inglese) a gennaio inizio il corso di 6 mesi.

    Mi sono presentata all'ufficio immigrazione per chiede la residenza ma mi hanno detto che ho bisogno del visto, affermazione non esatta perché con la legge tedesca dell'immigrazione non è previsto nessun visto. Ho studiato studi europei e di leggi sopratutto quelli europei me ne intendo un può. La signora che lavorava la insisteva ma sena una base legale. La prossima settimana rivado un altra volta, sai dove mi devo dirigere se lei non mi accetta di nuovo. Esiste un ufficio che mi può aiutare con i documenti che servono per chiedere il premesso in Germania?

    Grazie mille in anticipo.

    Sofia

    RispondiElimina
  36. Ciao Sofia,

    anche io ho studiato Studi Europei, siamo colleghi :)
    Allora, premetto che non sono esperto in materia, ma credo che tu abbia ragione. La tua situazione, in tedesco, si definisce con queste parolacce: "Aufenthalt in Deutschland mit einem Daueraufenthaltsrecht aus anderen Mitgliedstaaten der EU". Se torni nell'ufficio immigrazione potresti stampare e presentare questo riferimento legislativo (http://www.gesetze-im-internet.de/aufenthg_2004/__38a.html). Se non riesci a risolvere il problema, ti consiglio di rivolgerti al tuo consolato o ambasciata più vicina. Good luck!

    RispondiElimina
  37. Ciao sono un farmacista italiano vorrei sapere quali sono i requisiti richiesti per poter svolgere la mia professione a francoforte. Grazie e a presto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao,
      premetto che il settore farmaceutico non è il mio campo lavorativo, quindi non posso garantire l'attendibilità delle informazioni. Se capisci il tedesco, ti potrà essere utile questo link del Land dell'Hessen (di cui Francoforte è la capitale):
      http://www.rp-giessen.hessen.de/irj/RPGIE_Internet?rid=HMdI_15/RPGIE_Internet/sub/387/38749392-b3a8-b112-6684-144e9169fccd,,22222222-2222-2222-2222-222222222222.htm
      Se hai difficoltà con il tedesco, nel menu a destra puoi trovare un file pdf in inglese che spiega cosa occorre per praticare la professione di farmacista (si rivolge nello specifico ai cittadini non UE). Nella home page si precisa comunque che si richiede il livello C1 della lingua tedesca e che l'unico certificato riconosciuto è quello del Goethe Institut.

      Elimina
  38. Hallo,
    vivo in Germania dal Aprile 2013.Ho fatto il corso di tedesco e ho preso il certificato B1.Per tutta la durata del corso,ho fatto un mini job e ora ho un lavoro a tempo indeterminato.Ho il sozialversicherung nummer,presonalidentifikationsnummer e mi sono iscritto alla krankenkasse e naturalmente ho il domicilio.

    Ora che lavoro a tempo pieno,mi serve il lohnsteuerkarte e mi serve sapere la mia klasse di steuer.Io sono sposato,ho un figlio ma la mia famiglia vive ancora in italia affinche' non avessi trovato un lavoro qui.La mia steuerklasse dovrebbe essere la 3 ma quali documenti mi possono chiedere alla finanzamt per darmi la klasse 3?
    Nel senso gli dovro' dimostrare qualcosa che sono sposato e ho un figlio...hai info al riguardo?

    Grazie e complimenti per il blog!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao e grazie per i complimenti! Quando ho definito la mia Steuerklasse non mi hanno chiesto particolari documenti, ho solo compilato un modulo (io sono single). Non so con esattezza quali documenti possano occorrere nel tuo caso, ho fatto un po' di ricerca su internet e pare non servano certificazioni (almeno per i tedeschi, visto che le informazioni sono già a disposizioni nel Finanzamt). Ti consiglio comunque di approfondire la ricerca sul tuo caso, perchè la tua Klasse potrebbe essere la prima e non la terza. Dai un'occhiata qui:
      "Steuerklasse I gilt für ledige und geschiedene Arbeitnehmer sowie für verheiratete Arbeitnehmer, deren Ehegatte im Ausland wohnt oder die von ihrem Ehegatten dauernd getrennt leben. Verwitwete Arbeitnehmer gehören ebenfalls in die Steuerklasse I, wenn der Ehegatte vor 2011 verstorben ist." (tratto da: http://www.hamburg.de/behoerdenfinder/hamburg/11322159/)

      Elimina
  39. Salve, vorrei sapere come funziona quando un ristorante (italiano) ti assume full time (come aiuto in cucina, lavapiatti, ecc) e ti offre l'alloggio.
    Inizialmente come funziona il periodo di prova? c'è sempre bisogno dell'anmeldebestatigung anche se mi dà lui l'alloggio... cioè dovrei firmare una carta che firma anche lui che attesta che mi fornisce domicilio, giusto? Il periodo di prova quanto può durare al massimo? 15 giorni o un mese? Passato il periodo di prova oltre al certificato di residenza, servono tessera sanitaria e conto bancario?
    Non è possibile farsi pagare in contanti senza aprire un conto? le tasse da pagare allo stato tedesco non sono già incluse nello stipendio se uno è dipendente? non serve fare dichiarazione dei redditi quindi...?

    I ristoranti italiani in Germania sono quasi tutti dei truffatori e delinquenti quindi vorrei capire come tutelarmi nel momento in cui faccio un colloquio... Ne ho trovato solo uno che essendo fin troppo onesto non ha potuto assumermi perchè non offriva alloggio e io non avevo abbastanza soldi per affittare un posto (ed avere il certificato di residenza) e anticipare la cauzione.

    grazie in anticipo delle risposte!
    Francesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ah altra cosa.... Se mi dicono che non c'è bisogno di firmare nessun contratto e che si arrangiano con il commercialista... è una truffa o no? o questo vale per il periodo di prova?

      Elimina
    2. Ciao Francesco,

      Alcune delle situazioni in cui ti trovi sono simili alla mia passata esperienza di lavoro in Germania (con le dovute differenze, perchè ho lavorato nel settore educativo e non in quello della ristorazione, che ha delle regole differenti) Qui di seguito provo a fornirti alcune risposte:
      - periodo di prova: dovrebbe essere presente nel contratto. Nel mio contratto (che era standard) era specificato che "die Probezeit" era di 6 mesi (una mia inturruzione sarebbe dovuta essere notificata con lameno 14 giorni di anticipo)
      - alloggio: anche la mia associazione mi ha fornito l'alloggio. Sono andato al burgerservice e ho fatto l'anmeldung all'indirizzo dell'alloggio che mi è stato fornito. Per l'alloggio pagavo una quota che mi veniva decurtata dallo stipendio. Tutto ovviamente certificato da un contratto.
      - Tutte le pratiche burocratiche lo ha assolte prima della conclusione del periodo di prova (ma nel mio caso ho lavorato ancora meno dei 6 mesi del periodo di prova standard, quindi non c'erano alternative :)
      - pagamento: io i soldi li ricevevo esclusivamente nel mio conto. All'estero ricevevo soldi in contanti solo quando lavoravo come volontario, e i compensi erano "informali". Non mi è MAI capitato in Germania di essere pagato cash!
      - Nel mio caso, non ho fatto dichiarazione di redditi in Germania e le tesse venivano decurtate dal mio stipendio
      - per quanto riguarda l'ultima domanda: non mi sento di darti indicazioni. Comunque sappi che in Germania la prassi (e non l'eccezione, come da noi) è lavorare con un regolare contratto di lavoro, che tutela sia te che il tuo datore di lavoro.

      Elimina
    3. che tu sappia quindi non esiste quindi un metodo di assunzione che non preveda un contratto da firmare.
      O magari per i contratti "mini-job" in cui "dichiarano di pagarti 400 euro o meno" possono evitare di fare un contratto e possono arrangiarsi con il commercialista.... ?

      Io purtroppo ho voluto fidarmi di un personaggio veramente pessimo (come ho scoperto dopo un po'). ho lavorato dal 23 dicembre al 27 gennaio come lavapiatti e aiuto in cucina generico (10-11 ore al giorno, ma diciamo anche solo che ne facevo 8 idealmente). Dopo 15 giorni dall'inizio mi chiama da parte e mi chiede se voglio continuare, mi dice che non serve firmare niente e si arrangia lui col commercialista, che mi paga l'assicurazione sanitaria, tasse... (mi dice che lui di tasse pagava 2.200 euro e di netto mi avrebbe dato 1.100 euro). Sapevo che in teoria un contratto regolare necessita del certificato di residenza, ma dandomi lui l'alloggio sopra il ristorante pensavo che funzionasse diversamente... In più il collega (che poi se ne è andato perchè veniva trattato come una merda) che lavorava lì da un parecchio mi diceva che effettivamente non c'è bisogno di firmare niente, che ogni mese riceve una busta del commercialista del ristorante con i contributi versati e via dicendo...
      L'ho anche vista questa busta consegnata ad un altro collega, che come me, è rimasto un mese e qualche giorno (non ho letto il contenuto però e non so se poi fosse tutto regolare). Comunque il 27 mi licenzia e mi da i soldi contanti senza busta paga, gli chiedo dov'è e mi risponde che il commercialista la sta preparando... Nel frattempo mi lascia rimanere nell'alloggio per cercarmi un altro lavoro... passata na settimana me ne stavo andando e l'ultimo giorno (dopo diversi giorni a dirmi "Oggi dovrebbe portarmela, spero" "domani mattina") mi viene detto che ero stato assunto come aiuto, a tempo determinato e che non mi spettava nessuna busta. Sono andato senza salutare dalla polizia, ho spiegato la mia situazione e il poliziotto ha chiamato il ristorante. Lui gli ha risposto che sta busta la sta preparando e ci vorrà un mese, inoltre mi verrà spedita all'indirizzo che ho fornito (quello della carta d'identità, cioè in italia). Sono sicuro che o non mi manda niente, o mi manda una busta fasulla con scritto che ho lavorato part time per 400 euro, o che ho fatto solo un periodo di prova e che mi ha pagato 15 giorni.... So che è colpa mia e che avrei dovuto capire meglio le procedure per avere un contratto in regola...

      Per questo mi chiedo se per caso nel campo della ristorazione esista comunque un metodo di assunzione senza contratto da firmare...

      Comunque un consgilio a chi legge queste pagine, se vi chiama un certo Pisano dalla Bavaria per lavorare... evitatelo come la morte (uomo o donna che sia, sono una famiglia che ha diversi ristoranti in Baviera e hanno una pessima fama che confermo e sottoscrivo)

      Elimina
    4. Grazie per aver condiviso la tua esperienza, credo che possa essere utile a molti italiani in Germania che si trovano ad affrontare situazioni simili.
      Per i cosiddetti minijobs esistono contratti specifici, con tanto di informazioni sul periodo di prova, descrizione delle attività ecc. Insomma, un contratto vero e proprio.
      Purtroppo la situazione che descrivi è ricorrente: ho sentito molti racconti simili non solo in Germania, ma anche in Australia, Inghilterra, Svizzera...purtroppo è un problema culturale. Non vorrei generalizzare, ma sembra proprio che gli italiani si sentano in dovere di crearsi delle regole tutte loro, molto personali e "informali". A mio modo di vedere, molte cose in Germania funzionano proprio perchè sono regolate da rapporti formali e ben definiti. Forse esagerano, ed è sicuramente difficile adattarsi a questo sistema, specie se si è sempre vissuto in un contesto privo di regole (che premia però sempre il più forte). Consiglio finale, soprattutto per i ragazzi che stanno tentando la fortuna in Germania: lo dico per esperienza personale, in Germania è possibile incontrare persone oneste e corrette anche in ambito professionale, quindi abbiate un po' di pazienza, cercate di acquisire un livello discreto di conoscenza della lingua tedesca e poi inviate i vostri CV alle ditte tedesche! (o agli italiani che si sono adattati alle regole tedesche). Che senso ha spostarsi di 1000 km e soffrire il freddo se poi si finisce a lavorare per degli italiani disonesti, insensibili e sfruttatori? Tanto vale rimanere in Italia...Coraggio e buona fortuna!

      Elimina
    5. perfettamente d'accordo con te..sono stato fortunato a trovare un lavoro in una stalla,come minijob,da una signora tedesca invece di lavorare per della gente disonesta.Diciamo che e' tutto un'altra mentalita'..si ride ,si parla,si lavora e si impara il tedesco stando con i tedeschi.Poi tutto il mondo e' paese,nel senso,anche tra i tedeschi ci sara' della gente disonesta ma io sono sicuro che la percentuale di ignoranti,maleducati e disonesti e' molto minore rispetto agli italiani.Ora che ho fatto il mio B1,ho gia' trovato da lavorare a tempo pieno,senza le agenzie di lavoro in mezzo che ti mangiano meta' stipendio,quindi,un lavoro diretto.Io ringrazio a Dio che non ho trovato da lavorare dalla gente Italiana...

      Elimina
    6. eh lo so, stando in germania ho imparato a "disprezzare" gli italiani... non hanno rispetto per il lavoratore. Avevo trovato altri due lavori a Garmisch e Mittenwald ma il primo essendo onesto e non offrendo alloggio richiedeva anmeldebestatigung che non potevo avere non avendo abbastanza soldi per prendere una stanza o un appartamento in affitto con contratto regolare.... il secondo... ormai era troppo tardi aveva già trovato un altra persona...ed erano tutte e due brave persone... per cui sì... gli italiani onesti ci sono in Germania, ma è cosa assai rara.

      grazie mille per le delucidazioni... alla fine è stata solo colpa mia, avrei dovuto documentarmi meglio.... sarebbe mia intenzione impararmi il tedesco e lavorare per i tedeschi, infatti volevo magari lavorare per italiani e nel frattempo studiarmelo per conto mio... qualche parola la spiccico... domani vado a vedere di un altro lavoro a Weilheim... vediamo cosa mi propina quest'altro ristoratore italiano... ma le speranze sono poche i soldi anche e probabilmente dovrò farmi "fregare" di nuovo...

      Francesco

      Elimina
  40. Ciao Doctor,sono Anonimo del 09 febbraio 2014 ore 21:55.
    Allora,visto che il tuo blog aiuta molto agli altri,mi dai il permesso di scrivere qualcosa ti avevo chiesto...

    Io sono sposato,ho un figlio,ma vivono ancora in Italia,l'altro giorno sono andato alla Finanzamt in 15 minuti ho fatto tutto,se la moglie vive in un paese UE,prendi la klasse 3 come me!Il bello che e' mi ha chiesto la copia della sua carta d'identita' e del figlio,tutto in italiano,senza fare ma mi mu ma,come succede in italia,mi ha fatto compilare un foglio e dopo aver controllato tutto,mi ha confermato che dal 1 marzo 2014 ho la klasse 3.Spero questo info saranno untili a qualcuno!
    Ciao Doctor!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a nome di tutti i lettori del blog per aver condiviso le informazioni!

      Elimina
    2. Ciao, anch'io lavoro a Monaco con la famiglia in Italia, ma l'uffico Finanzamt di Monaco dove mi sono rivolto continua a chiedere documenti non presentabili. Potresti gentilmente dire che modello ti hanno fatto firmare per ottenere la classe 3? Grazie

      Elimina
    3. ciao mi potreste fornire dei chiarimenti riguardo che io a da 6 mesi abito in germania essento che non ho lavorato mai mi rivolgo alla a.o.k e mi dice di cercarmi un lavoro ora io il mio lavoro lo trovato con una busta di 400 euro ma non riesco a vivere secondo voi a chi mi debbo rivolgere

      Elimina
  41. Ciao, sono da un mese in Germania ( senza lavoro) ed ho fatto l'anmeldung. Sto frequentando un corso di tedesco. mi hanno detto che avendo fatto l'Anmendulng devo obbligatoriamente pagarmi per l'assistenza Sanitaria 159 euro al mese fin quando non avró un lavoro full time. É vero? Se non pago a cosa vado incontro? Grazie anticipatamente.

    RispondiElimina
  42. Ciao,
    Mi sono informato anche io più volte sulla necessità di una assicurazione per noi italiani in un paese UE. A quanto pare, in Germania è obbligatorio per legge essere assicurati anche se si è disoccupati o studenti (se il soggiorno è lungo). La tessera sanitaria italiana ti permette di usufruire di cure mediche, ma solo se la tua permanenza all'estero è temporanea. Forse 159 euro al mese per un'assicurazione sono eccessive, se fai una ricerca potrai trovare delle tariffe base più economiche. Per quanto riguarda le "sanzioni" in caso di mancata copertura assicurativa, non saprei. Non credo che ti ritroverai "die Polizei" a casa. Ti consiglio in ogni caso di assicurarti anche perchè la qualità del servizio sanitario in Germania è buona e sono soldi ben spesi. Per le cure basilari, il ticket lo paghi solo una volta alla prima visita (10 euro). Spero di esserti stato utile.
    PS: per maggiori informazioni in italiano: http://www.salute.gov.it/portale/temi/p2_4.jsp?lingua=italiano&tema=Assistenza,%20ospedale%20e%20territorio&area=Assistenza%20sanitaria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, sono nella stessa situazone di Anonimo,

      ho fatto l'anmeldung, ma sono la momento senza lavoro e sto cercando informazioni sull'assicurazione sanitaria. Se qualcuno sa con certezza che è necessaria potrebbe scriverlo qua? O qual è la più economica per cominciare

      Ciao a tutti, Andrea

      Elimina
  43. BuonGiorno
    tra breve ritornero' A Colonia,sapretre dirmi quali siti "tandem" esistono?
    inoltre come gia' scritto da El Doctor :sapete indicarmi una persona che mi impara il tedesco in loco che mi potrebbe anche ospitare?
    Grazie
    Federico
    Ps: vi inoltro mia Email: federicoferraro46@gmail.com

    RispondiElimina
  44. Ciao,
    prova questo:
    http://www.tandempartners.org/
    Buona fortuna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Docor Egg( al cubo)
      mi sono iscritto al sito che mi hai indicato ma ancora nessuno mi ha risposto ed il 12 aprile partiro' per Colonia,qualcuno che sta a Colonia mi potrebbe ospitare ovviamente li pago la camera?.
      Ti volevo chiedere ,visto che sei cosi' ben informato .Conosci se esistono in Germania corsi di tedesco a poco prezzo?
      ed anche se gentilmente mi potresti spiegare cosa vuol dire: Anmeldung?Avendo una Laurea triennale in Spettacolo in quali settori potro' inoltrare domande di lavoro in Germania?
      Grazie
      Federico

      Elimina
  45. Ciao,
    grazie per l'articolo!
    Domanda: ho l'anmeldung a Berlino ma tra poco comincerò a lavorare a Koblenz (Renania), quindi dovrò fare il cambio. Il fatto è che vorrei completare tutti i passaggi burocratici (compreso l'AIRE) prima di iniziare a lavorare, ma starò 3 mesi in un residence e poi cercherò un'altra casa. Conviene prendere già la residenza o conviene aspettare? In caso sai come funziona il cambio di residenza, cioè se devo rifare tutto daccapo o no? Altra domanda: mi è arrivato il codice identificativo per posta, quando cambierò posto cambierà anche il codice? Grazie mille!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Sara,
      purtroppo non ho esperienza con l'AIRE in quanto non ho optato per il cambio di residenza ma per il nuovo domicilio.
      Saluti

      Elimina
  46. salve a tutti ho letto tutte le vostre discussioni e se possibile avrei una domanda da porre, mi trovo in germania dal 12 marzo e un conoscente mi ha ammeldato presso il suo domicilio per 2 mesi nel frattempo, ho acquistato un imbiss , ho aperto un conto corrente, ho fatto l'assicurazione sanitaria,ho avuto i permessi per aprire l'attività ma ora a pochi giorni dallo scadere della residenza momentanea mi ritrovo che non sono riuscita ad avere una casa in affitto perché non avevo le garanzie finanziarie che richiedevano tutti i padroni di casa. Cosi ora torno in Italia con la coda tra le gambe dovrò rivendere l'imbiss e cercare un'altra soluzione per me. Quello che vorrei sapere è: non si può avere un'attività se non si è ammeldati?Avendo avuto l'imbiss per neanche un mese aperto fiscalmente cosa devo fare? E se mai ci riprovassi cosa si deve fare perché gli eventuali padroni di casa si fidino di me? grazie anticipatamente delle risposte

    RispondiElimina
  47. Salve, attualmente sto facendo un tirocinio in Germania e vorrei chiederti se nella dichiarazione dei redditi hai messo anche le spese di volo o altro per tornare in Italia essendo ancora studente.
    Inoltre vorrei chiederti a quanto ammonta cio' che ti restituiranno?Grazie

    RispondiElimina
  48. ciao, scusami ma sto sbattendo un po' ovunque ma non ci sono post,nemmeno in lingua tedesca riguardo il mio problema. Riguardo le pratiche per l ABmeldung, ho chiuso la residenza all'anagrafe e mi sono licenziato dal lavoro comunicando come motivazione il mio rientro in Italia per sempre. Ma sono stato all' AOK e mi hanno comunicato che la cancellazione è automatica con la cessazione del rapporto di lavoro, come al solito senza ricevere alcuna ricevuta e nulla. E' veramente cosi? posso stare tranquillo che sarà tutto chiuso. La mia preoccupazione è che possa lasciare ancora qualcosa in sospeso qua. P.s. complimenti per il post e grazie anticipatamente. Ciao

    RispondiElimina
  49. salve..sono nato in germania..madre tedesca..da tanti anni qui in italia..lavoro come guardia giurata..ho visto siti dove offrono lavoro..vorrei sapere..un sito per scaricare il curriculum..oppure rispondendo direttamente a loro..guardia giurata cosa devo scrivere..grazioso

    RispondiElimina
  50. salve mio figlio si è laureato in scienze infermieristiche,ora segue un corso di tedesco presso la promedes sita a Denia per poter lavorare in germania come infermiere ,gli è stato dato un contratto in lingua tedesca ,ora prima di firmare si dovrebbe tradurre ,ora vorrei un indirizzo per poter tradurre e consulto legale . grazie

    RispondiElimina
  51. salve a tutti spero che possiate aiutarmi.
    1)Lavoro da due anni in Germania e ora ho deciso di ritornare nella mia terra ma ho una paura dopo avermi cancellato dal aire (abmeldung) ho di nuovo gli stessi diritti se ritorno in Germania o dovrò lavorare di nuovo per un anno per acquistare il diritto alla disoccupazione o al hartz 4.
    2)Mi e stato detto che dopo un anno di lavoro in Germania si ha diritto al sussidio di disoccupazione per 12 mesi dopo di ciò se non si ha un lavoro si rientra nel sussidio hartz4.
    3)Ho se io ritorno in Germania e non trovo lavoro ho diritto al harz 4.se potete spiegatemi un po come funziona
    vi ringrazio anticipatamente.

    RispondiElimina
  52. Ciao! Grazie per questo articolo, molto esauriente...
    Non ho letto tutti i commenti precedenti, quindi nn so se qualcuno ti possa aver posto una questione simile..sto cercando in lungo e in largo su Internet come potermi muovere per la mia situazione.
    A breve (tra circa un mese), mi troverò ad abitare vicino ad Augsburg.
    Al momento non ho un lavoro dipendente là, ma ho un contatto per fare la dog sitter per privati. Per lavorare regolarmente cosa caspita devo fare???Come funziona là? (qui ho sempre avuto lavori dipendenti, quindi non mi sono mai posta il problema, ma da che so le dog sitter qui in Italia lavorano genericamente in nero :/ )
    Grazie in anticipo per qualsiasi informazioni riesca a darmi...sono davvero persa e il tempo stringe...

    RispondiElimina
  53. Ciao, volevo sapere se con un contratto di affitto "wohnen auf zeit" o wg é possibile avere il domicilio.

    RispondiElimina
  54. Ciao Doctor.. Ho bisogno di informazioni importanti..Il mio ragazzo è partito per la Germania da una decina di giorni.Lavora come cameriere 12 ore al giorni,zero problemi fino a qui.però c'e un piccolo(grande) problema. Lavora con un suo compaesano ed è dipendente addirittura di un suo parente.Noi sappiamo che la Germania aiuta tanto. Sappiamo anche che dobbiamo iscriverci li . Il problema è che nessuno di loro l'aiuta,nessuno gli dice dove deve andare e cosa deve fare di preciso. Tra un paio di mesi dovrei salire anche io e per questo motivo . Si sta demotivando tanto. Lo sto incoraggiando a resistere almeno un paio di mesi,perchè lo stanno sfruttando senza nemmeno metterlo in regola.è dura. Io ho bisogno di te. Vorrei sapere cosa deve fare ma sopprattutto dove deve andare a iscriversi.. per trovare un lavoro e imparare anche la lingua. è solo . ti ringrazio in anticipo Doctor.. Dany.

    RispondiElimina
  55. Ciao Doctor mi chiamo Gianluca e la mia ragazza si trova nella stessa situazione del ragazzo di Dany. E' un mese e mezzo che si trova in Germania a 20km circa da francoforte e mi sembra che il datore la porti un po a spasso. Le ha dato vito e alloggio e fatto prendere il domicilio ma dell'assunzione e dei soldi guadagnati ancora non si vede nulla. Calcola che ha fatto da tramite un'agenzia interinale. Cosa si può fare?E se ci fossero problemi a chi si dovrebbe rivolgere la mia ragazza? ti ringrazio anticipatamente certo che mi puoi essere d'aiuto.

    RispondiElimina
  56. Ciao! Grazie per l'articolo! :)
    Mi sono trasferita qui in Germania da poco, vicino Francoforte, perchè il mio ragazzo ha trovato lavoro qui. Io non ho ancora un lavoro, nei prossimi mesi cercherò di lavorare e imparare meglio la lingua, che adesso conosco solo a livello elementare.
    Nei prossimi giorni vorrei fare l'Anmeldung, i dubbi sorgono a riguardo dell'assicurazione sanitaria, che so essere obbligatoria... : non avendo ancora uno stipendio come funziona la cosa? Spero ci siano almeno delle agevolazioni :/

    Grazie

    RispondiElimina
  57. Ciao sono Simona sono da 2 mesi mi sono trasferita in Germania ad erbach un paese a 20 km da Francoforte.. Ho un figlio e sono alloggiata nella'appartamento del mio compagno lui lavora in un ristorante italiano..io al momento sono disoccupata ..volevo chiederti siccome ho un bimbo..e attualmente non lavoro come funzione l'assicurazione sanitaria?? Essendo che non lavoro devo pagarlo? Avendo un bimbo ho bisogno del pediatra.. E quindi vorrei sapere come funziona. Lo stato tedesco ti aiuta ?? Come devo risolvere sto problema?? Io ho già ricevuto il codice di identificazione e mi sono registrata al comune di erbach. E mi stanno arrivando per via pista documenti dell'AOK li devo compilare comunque bon avendo un lavoro?? E devo pagare??

    RispondiElimina
  58. Vorrei sapere se una persona ha lavorato tre mesi e aveva un contratto di sei mesi pero per mancanza di lavoro non l anno preso che diritti gki tocca in germania sono sposato con tre figli e sono gia hanno l, anmeldung

    RispondiElimina
  59. Scusate ma scrivendo in fretta..ho sbagliato alcune lettere...ma si capisce comunque :)

    RispondiElimina
  60. Salve Doctor Egg.
    Innanzitutto grazie di essere sempre disponibile e soprattutto chiaro nella risposte!!!
    Al contrario di tutti io ho il problema inverso,vorrei far ritorno in Italia.
    La prego,non mi giudichi ma le vorrei prima spiegare!!!
    Sono arrivata in Germania circa tre anni fa...è come tutti ho fatto piano piano residenza, a ok, conto in banca ecc... Ho iniziato a cercare lavoro, trovandolo ho tirato sempre avanti da sola e senza amici. Ho fatto sempre piccoli lavori perché non parlavo bene tedesco...tutt'oggi seppure meglio ma non riesco a parlare benissimo!!! É da circa un anno che cerco di ottenere un lavoro più stabile ma niente e nel frattempo mi sono rivolta al Job Center il quale mi paga l'affitto per 370€ ma non quello che dovrei effettivamente pagare e mi da un aiuto per 409€. Lei dirà e qual'é il problema?...il problema è che non riesco più a stare così...gli unici amici che ho sono i miei due cani!...Doctor Egg...vorrei tornare a casa! Adesso la mia domanda è,sempre se lei possa darmi una risposta,se il Job Center possa aiutarmi in questo senso, con i pochi soldi a stento riesco a sopravvivere il mese, c'è anche la luce, la spesa,il tram...ecc e non riesco a mettere di lato qualcosa per poter fare il biglietto per me e per i miei due cani ma vorrei poter portare con me anche quei pochi mobili che con sacrificio e sudore ho comprato nell'arco di questi anni. Lei pensa che ho qualche speranza? Le premetto anche che mi sono rivolta anche al consolato italiano il quale mi ha risposto che avrei dovuto iscrivermi all'Aire e dopo fare una domandina che sarebbe stata inviata al comune della mia vecchia residenza ma senza alcuna ricurezza che loro riescano a darmi questo aiuto economico per tornare! Tra l'altro parlo della Sicilia...allora ho pensato...ho invecchio qui o cerco di informarmi con qualcuno che mi possa aiutare in tal senso.
    Mi scusi se sono stata troppo lunga ma volevo che lei avesse più chiara possibile la mia situazione! Tra l'altro ieri è vento il padrone di casa e con il sorriso mi ha detto che entro il 15 Aprile devo lasciare la casa poiché ci perde ogni mese con me!!!
    La Ringrazio anticipatamente in ogni caso ma attendo fiduciosa una sua risposta!
    Grazie... Giorgia!!!

    RispondiElimina
  61. Sono in germania .i hanno sfratta in italia e sono scappata qua ho una bimba di 4 anni io ho la carta di soggiorno illimitata ma mio marito no secondo lei con la carta di soggiono mi aiuteranno?

    RispondiElimina
  62. Ciao Doc! Vedo che non rispondi più da quasi un anno! sei ancora attivo sul tuo blog? avrei una domancda semplice per te. Lavoro da 2 mesi con mini-job ma solo da un paio di settimane sono riuscito ad avere l'alloggio e naturalmentemi sono Anmeldato. Ma la steueridentifikationsnummer mi arriva a casa o devo andare io al Finanzamnt? sul sito del consolato italiano ho letto che mi arriverà a casa.
    Ciao! :)

    RispondiElimina
  63. salve mi sono trasferito in germania con la famiglia e lavoro come dipendente in edilizia in italia ho avuto una ditta edile x tanti anni ma vorrei aprirne una in germania qui dicono che serve il briff maister in italia no la domanda e avendo avuto in italia la ditta posso aprire qui senza il briff maister'

    RispondiElimina
  64. Ciao Doc!.
    il mio nuovo datore di lavoro tedesco mi ha chiesto i seguenti documenti

    "Urlaubsbescheinigung" vom Vorarbeitgeber " (informazioni sulle ferie prese nell'anno corrente)
    "Zeugnisse uber vorhandenen Abschluss" (relativo all'ultimo impiego in italia)
    Quali documenti italiani possono essere esibiti ? L'ultima busta paga?Un certificato storico fatto dal Centro per L'impiego? Un certificato di servizio fatto dal datore dal vecchio datore di lavoro?
    Grazie,
    Francesco

    RispondiElimina
  65. Buona sera :)

    Intanto grazie per questo post, è stato utilissimo!

    Volevo fare una domanda per quanto riguarda l'Anmeldung: una mia amica abita in una casa, paga l'affitto ad una signora ma non ha il contratto (amicizie di famiglia). Lei per l'Anmeldung si è fatta scrivere un foglio da questa signora, dove la stessa dichiara che sta mia amica sta vivendo in quella casa.
    Dunque: io andando a vivere nella medesima casa, potrei usufruire della già effettuata registrazione Anmeldung della mia amica attraverso quel "Wohnraumbestiatigung", dicendo ovvero di vivere presso di lei?
    Oppure, essendo che lei vive già presso questa signora, non si può fare?

    Potete consigliarmi altre opzioni, se avete vissuto situazioni simili?

    Grazie

    RispondiElimina
  66. Ciao, grazie molto utile.
    non so se potrai rispondermi.
    comunque sono un architetto e son arrivata la settimana scorsa in germania perchè ho un contratto di lavoro. al momento nn ho un domicilio fisso, mi sto muovendo tra mannheim e bonn e ho pensato di cercare casa da qui direttamente non pensando che fosse un problema trovare casa in loco lavorando già. l'ufficio mi ha autorizzato a lasciare l'indirizzo per fare l'assicurazione sanitaria e il conto in banca. sto avendo dei problemi per ottenere il codice fiscale in quanto nessuno, nemmeno la segretaria, mi ha detto che era indispensabile avere un domicilio fin dal principio. sinceramente pensavo che fosse importante avere un contratto di lavoro. come fare????grazie

    RispondiElimina
  67. Ciao,quanto tempo butocratico ci vuole dopo aver presentato tutti i documenti necessari a berlino per ottenere il permesso lavorativo?
    È da un mese che mi è arrivata la tessera sanitaria ed il codice identificativo..ma senza questo permesso che deve rilasciare berlino non posso iniziare a lavorare? Il mio datore di lavoro mi ha fatto contratto indeterminato dove dichiara 1020€ netti al mese..io credo che non ci debbano essere problemi..ma sono più di 6 settimane che attendo e mi stó iniziando a preoccupare

    RispondiElimina

Inserisci un commento